Surriscaldamento globale

Surriscaldamento globale: cause, rischi e possibili rimedi

L’uomo sta avendo un impatto devastante nella vita e nel ciclo di produzione naturale. Ogni anno sono allarmanti e sconcertanti sia i risultati che anche quello che si evidenzia dagli studi del surriscaldamento globale.

Anche le nuove generazioni sono sempre più consapevoli di quello che sta accadendo. La prima conseguenza del surriscaldamento globale è la temperatura sempre più elevata, sia in estate che in inverno. Questo già riesce a provocare danni sulla vegetazione e sulla fauna.

Gli animali sono sempre più sensibili anche alle alterazioni che variano durante l’anno. Tutti noi siamo comunque soggetti a subire un disastro climatico che è destinato a peggiorare se non si prendono le giuste contromisure.

La causa principale è….

Nel momento in cui si pensa al surriscaldamento globale, si pensa che sono le industrie a creare il problema principale, ma non è così.

Tutti noi, anche quando accendiamo il riscaldamento di casa, siano complici del danno al pianeta. In linea generale possiamo dire che la causa principale del surriscaldamento globale è la produzione di anidride carbonica e monossido di carbonio. Essi sono dati dalla combustione di combustibili fossili, dal gas e anche dal legno stesso. La deforestazione e la problematica dei terreni agricoli, contribuiscono ad aumentare il problema.

Infatti l’anidride carbonica e il monossido possono essere smaltiti dalla vegetazione tramite la creazione di ossigeno che avviene grazie alle stesse piante.

A questo punto si ha una produzione in grandi quantità di gas serra artificiali che incrementano l’effetto serra e provocano il surriscaldamento climatico

Rischi del surriscaldamento globale

Le prime conseguenze che si hanno sono quelle di un aumento delle temperature che annualmente stanno provocando la desertificazione. Il permafrost e i ghiacciai si stanno sciogliendo e questo potrebbe spostare anche l’asse terrestre cambiano la situazione attuale.

I fenomeni meteorologici estremi, come cicloni, tifoni e precipitazioni piovose, sono un’altra grave conseguenza del surriscaldamento globale. Si hanno alti rischi idrogeologico, inondazioni, aumento della siccità e aumento di incendi naturali.

Indubbiamente si evidenzia anche un altro elemento che è pericoloso per la vita e la vegetazione, cioè l’aumento dei batteri, di alghe e anche vegetazioni altamente tossici che proliferano in ambienti privi di acqua.

Possibili rimedi da adottare

Quali sono i rimedi per poter limitare il surriscaldamento globale? Ogni uno di noi, nel quotidiano può dare il proprio contributo. Si deve cercare di limitare i consumi energetici, ma come?

Utilizzare energie rinnovabili per alimentare gli impianti elettrici. Recuperare le acque piovane per innaffiare i terreni è sicuramente una delle cose migliori da fare per evitare la desertificazione. Muoversi preferendo veicoli eco sostenibili.

Gli ambienti non devono essere eccessivamente surriscaldati e si deve cercare di alimentarsi con prodotti locali. Ciò non aumenterà la deforestazione e si avrà anche una riduzione di spese di contorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *