Energia eolica

Energia eolica: in che cosa consiste, risparmi e costi

Le energie eco sostenibili sono usate da sempre, anche nell’antichità si era soliti usare le forze sprigionate dalla natura. Non a casa i mulini a vento erano delle macine automatizzate ad esempio.

Attualmente ci sono molte tecnologie che riescono a trasformare l’energia eolica in un’energia alternativa che va poi ad essere rinnovabile.

In effetti si tratta di un’energia verde, pulita che riesce a incanalare la forza del vento per creare movimento e da questo si arriva poi alla trasformazione in energia elettrica.

Il vento lo avvertiamo sulla pelle o quando muove le chiome degli alberi. Si ha una “costante” variabile di intensità. Infatti il vento rimane una presenza perenne durante l’anno. In alcune Nazioni è molto continuativa, a causa di una conformazione territoriale che stimola la loro potenza.

Il soffio del vento per avere energia elettrica

Per essere più specifici e spiegare cosa sia l’energia eolica dobbiamo valutare quali sono i metodi per avere una trasformazione in energia elettrica. Il vento riesce a muovere delle enormi “pale” che alimentano una turbina. Questa riesce a creare delle energie elettrostatiche o cinetiche che vanno quindi a incanalarsi in alcuni trasformatori. Alla fine, tramite delle tecnologie specifiche, si ha quindi la creazione dell’elettricità.

Maggiore è il movimento o maggiore è la produzione. Nelle regioni o nelle valli con una grande quantità di vento continuo, si riesce a produrre circa il 40% di energia utile nella distribuzione locale. Mentre in quello meno ventose, la produzione si aggira intorno al 20%.

Risparmiare con l’energia eolica, ma quali sono i contro?

Ciò nonostante ci sono dei pro e dei contro che si devono considerare. Gli impianti e le pale sono molto grandi e spesso ingombranti. Il rumore delle pale è continuativo e non viene certo “camuffato” dal soffio del vento. Spesso ci si lamenta dell’aspetto e del panorama che viene comunque danneggiato.

Il rumore potrebbe essere fastidioso per la fauna e per la popolazione vicina. La produzione di energia eolica non riesce ad essere molta. Tuttavia se la si unisce a energia solare si potrebbe anche diventare autonomi all’89%.

Alla fine conviene o non conviene utilizzare l’energia eolica? Le regioni che hanno adottato questo metodi di recupero d’energia rinnovabile, hanno avuto un risparmio netto dalle 200 alle 400 euro sulle bollette dei residenti.

Costi, ricavi e benefici

Gli impianti eolici riescono a recuperare circa il 70% delle spese del costo iniziale già nel primo anno. Quindi sono molto convenienti. Non hanno bisogno di una grande manutenzione e riescono comunque ad avere una buona percentuale di energia pulita.

In bolletta si ha una diminuzione delle spese già nei primi mesi, quindi è tangibile il risparmio che elargisce. I benefici sono quelli di avere degli impianti di lunga durata che sono costantemente alimentati dal vento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *