Coibentazione

Coibentazione: a cosa serve e tutte le regole da seguire

L’isolamento termico è una scelta “immobiliare” che ha dei vantaggi che non molti conoscono. Le case che sono state costruite con una coibentazione, hanno sempre un alto valore economico. Infatti, il procedimento nelle mura, è molto solido e questo permette di avere una riduzione dei consumi.

Per capire cosa sia cerchiamo di proporre un elenco chiaro, anche per capire cos’è la coibentazione e come mai esistono tante varianti.

L’isolamento termico indica che un’ambiente è privo di infiltrazioni dall’esterno e anche da una dispersione del clima in esterno. Non si usa solo per il calore, ma anche per quanto riguarda i luoghi che sono raffrescati. Il clima in un ambiente domestico può essere uniforme, grazie proprio all’isolamento termico.

Per avere queste strutture esiste la coibentazione. Il processo è quello di applicare dei pannelli che sono isolanti termici alle pareti oppure all’interno delle mura. Esistono tante strutture come anche i serramenti, cioè le porte e le finestre, che sono coibentate.

Isolamento termico, miglioramento immobiliare

Nella nuova richiesta e direttiva europea, che sta cercando di diminuire i consumi energetici e di apportare nuovi benefici ambientali, rientrano anche le caratteristiche per avere un isolamento termico domestico.

Come mai c’è tanto interesse? Perché avendo un cappotto termico si ha:

  • Riduzione dei consumi per il riscaldamento e anche per il raffreddamento
  • Ottimo apporto calorifero degli immobili
  • Inquinamento minore poiché si producono meno energie di distribuzione civile
  • Diminuzione dell’inquinamento per la produzione delle energie

Tutto questo capita semplicemente con un buon isolamento termico.

Altro elemento da considerare è il valore immobiliare. Una casa che ha una coibentazione vale di più in previsione del denaro che farà risparmiare nel lungo termine.

Le regole per avere una buona coibentazione

Esistono delle regole per una coibentazione? In parte sì. Il processo per avere un cappotto termico deve essere seguito, studiato e strutturato direttamente da professionisti nel settore.

Questi devono usare esclusivamente dei materiali che sono effettivamente isolanti termici. Oggi sul mercato sono stati creati anche dei pannelli economici coibentati, come il cartongesso. Questi pannelli hanno una struttura che ha all’interno del materiale isolante. Quest’ultimo può essere legno oppure poliuretano espanso.

Nuovi incentivi per il cappotto termico

Lo Stato ha messo a disposizione dei fondi economici che sono utilizzabili dai privati per tutto quello che riguarda un miglioramento immobiliari. Tra questi rientra l’isolamento termico.

Si accede agli incentivi e ai bonus esclusivamente quando si ha un progetto di coibentazione che sia strutturato da professionisti del settore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *