ICAR
Skip Navigation LinksHOME PAGE » ICAR
CISIS
ICAR (Interoperabilità e Cooperazione Applicativa fra le Regioni) è l’azione interregionale finalizzata al coordinamento dello sviluppo in tutti i territori regionali della cooperazione applicativa secondo le specifiche SPCoop. L’azione è stata avviata in forma di progetto iniziato nel 2006 e concluso nel 2009 e ha definito e implementato un modello condiviso di infrastruttura territoriale e lo ha sperimentato in 7 ambiti applicativi. Dal 1 luglio 2009 è in corso l’attività di manutenzione e sviluppo dell’infrastruttura e di nuovi applicativi. All’azione aderiscono tutte le Regioni e le Province Autonome italiane  e in base ad un Accordo Quadro Interregionale si prevede che le attività proseguano per 5 anni rinnovabili per ulteriori 5. Ogni anno le Regioni e le Province Autonome concordano un piano annuale delle attività che deve garantire l’assistenza per l’infrastruttura, la manutenzione correttiva ed evolutiva della stessa e il coordinamento interregionale.
Le attività di assistenza e manutenzione sono in carico ad una Regione o Provincia Autonoma capofila, mentre il coordinamento interregionale è in carico al Cisis che è il Centro Interregionale Sistemi informatici, geografici e statistici e che si è dotato di uno staff centrale per il coordinamento operativo delle attività.
Per il 2010 sono previste nel Piano attuativo 2010 oltre all’assistenza e alla manutenzione correttiva ed evolutiva della infrastruttura, anche il coordinamento dello sviluppo dei casi applicativi sulla circolarità anagrafica, l’osservatorio carburanti e la sicurezza alimentare.
In tutte le Regioni e Province Autonome sono in corso le attività di dispiegamento della cooperazione applicativa, cosi come evidenziato nel rapporto ICAR Plus che con tempi e modi diversi per ogni territorio interesseranno tutte le pubbliche amministrazioni locali.
L’utilizzo della cooperazione applicativa nello sviluppo dei sistemi informativi è prescritto dal Codice dell’Amministrazione Digitale (CAD) e deve avvenire secondo le specifiche del Sistema Pubblico di Connettività e cooperazione (SPC)  esplicitate in particolare nelle regole tecniche e di sicurezza SPC emanate con il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 1 aprile 2008  e nelle specifiche e requisiti funzionali di SPCoop pubblicate dal Cnipa.