ICAR
Skip Navigation LinksHOME PAGE » ICAR PLUS » RAPPORTO ICARPLUS » La governance regionale
CISIS
La Governance regionale

Una governance efficace degli interventi sui temi della società dell’informazione è fondamentale perché si possano portare avanti iniziative di cooperazione. Inoltre, il dialogo tra i soggetti sul territorio consente di lavorare meglio in direzione della riduzione dei “divide” territoriali e raggiungere un buon livello di coesione territoriale, aumentando le possibilità di riuso delle soluzioni e delle esperienze. In un contesto tale la Regione può svolgere un importante ruolo di coordinamento.

L’attuale stagione dell’e-government pone al centro l’interconnessione e la cooperazione, possibile oggi grazie al progressivo avvicinamento di tutti gli enti alle logiche di utilizzo dell’ICT, laddove all’inizio arrivavano soltanto i più “illuminati”. Uscire dalla logica delle “isole” di eccellenza, favorendo la diffusione delle opportunità e la massima osmosi delle best practices, è imprescindibile per dare piena attuazione agli obiettivi oggi definiti come prioritari.

In generale, la governance territoriale sulla società dell’informazione si esprime nella capacità di dialogare a livello allargato con Enti Locali e altri soggetti al fine di prendere decisioni condivise in merito, ad esempio, alla qualità delle infrastrutture abilitanti e all’integrazione di sistemi e azioni anche a vantaggio di enti dotati di minori risorse. Tavoli di lavoro permanenti dedicati esplicitamente all’e-government a livello intersettoriale, territoriale e multilivello, rappresentano luoghi importanti di incontro la cui formalizzazione favorisce in molti casi una maggiore concretizzazione di effetti positivi sugli interventi. 

Tavoli di governance più strutturati e stabili da un punto di vista organizzativo, investiti di capacità decisionale a largo raggio, possono essere ancora più efficaci nel trarre vantaggio dagli investimenti.  Per questo motivo si è voluto dare centralità, nell’analizzare il tema della governance, al concetto di Community Network, intesa nel senso più ampio possibile prendendo in considerazione, cioè, soprattutto gli aspetti organizzativi e la progettualità portata avanti dai soggetti aderenti.