ICAR
Skip Navigation LinksHOME PAGE » ICAR » Il progetto » INF-1: Infrastruttura di base
CISIS

TASK INF-1

Il primo task infrastrutturale ha approfondito gli aspetti di base di una infrastrutturazione della Regione e del territorio per lo sviluppo della cooperazione applicativa.
Le azioni hanno riguardato:
o la definizione del modello di riferimento per il dispiegamento territoriale della cooperazione applicativa e delle specifiche tecniche degli elementi essenziali del modello;
o l’implementazione di riferimento degli elementi essenziali.

Il modello definito si caratterizza per la centralità del Nodo di Interconnessione per la Cooperazione Applicativa (NICA) che si configura a tutti gli effetti come una porta di dominio “infrastrutturale” (analoga al SICA nazionale) capace di garantire alcuni servizi di base tipici di una dimensione territoriale, fra questi: un registro eventi federato, il sica secondario e un elemento di routing logico delle buste di e-gov.
In particolare, INF1, ha realizzato le specifiche tecniche e l’implementazione di una porta di dominio di base (così come previsto dalle specifiche SPCoop) e di un Nodo di Interconnessione per la Cooperazione Applicativa (NICA). Questo ultimo composto da una porta di dominio “infrastrutturale” con funzionalità estese è in grado di offrire a tutti gli enti del territorio:
o un registro SICA di secondo livello dei servizi erogati dagli enti regionali che consente di:
o gestire in autonomia dal registro SICA primario, nel rispetto delle regole tecniche e quindi attraverso funzioni di delega, la propria struttura organizzativa;
o replicare una vista parziale degli accordi di servizio e di cooperazione di competenza delle amministrazioni in delega, ovvero, pubblicati o fruiti da tali amministrazioni;
o attivare le operazioni di pubblicazione e gestione degli accordi di servizio e di cooperazione che verranno effettuate nel SICA primario;
o un registro eventi, federato con i registri eventi delle altre Regioni, capace di offrire a tutti gli enti del territorio la possibilità di implementare servizi di cooperazione, anche interregionali, in architettura orientata agli eventi (EDA);
o un routing logico delle buste di e-gov che permette di adottare la massima flessibilità ed economicità gestionale nel dispiegamento territoriale della infrastruttura di cooperazione applicativa.
La porta di dominio ICAR e il NICA, qualificati dal CNIPA nel SPCoop, sono stati distribuiti, installati e collaudati in ciascuna Regione.

Tab.  Anagrafica del task INF 1 per la realizzazione dell’infrastruttura di base

REGIONI PARTECIPANTI

REGIONE CAPOFILA

BUDGET PREVISTO

COSTO COORDINAMENTO CISIS

COSTO ATTIVITA’ INTERREGIONALI

Abr, Bas, Em-R, FVG, Lazio, Lig, Lomb, Mar, Piem, Pug, Sard, Tn, Tosc, Umb, VdA, Ven, Camp

Toscana

€ 5.311.600,00

€ 150.000,00

€ 742.500,00

ADESIONI SUCCESSIVE

Cal, Mol, Sic, PAB

Toscana

 

€ 35.296,00

€ 174.705,88