ICAR
Skip Navigation LinksHOME PAGE » ICAR » Progetto » Gli Interventi Previsti » INF-2 “Gestione degli SLA"
CISIS

Intervento INF-2
“Gestione di Strumenti di Service Level Agreement a livello interregionale”

Il presente intervento ha lo scopo di definire strumenti comuni per la gestione di sistemi interregionali di service level agreement, per un monitoraggio efficiente e costante dei livelli di servizio offerti.

OBIETTIVI

Il presente progetto ha come obiettivi principali :

- la definizione dei parametri “fondamentali” da tenere sotto controllo per monitorare il livello dei Servizi siano essi infrastrutturali siano essi applicativi,

- la realizzazione di una implementazione di riferimento che consenta il monitoraggio dei parametri qualificanti i livelli di servizio prima definiti e condivisi a livello interregionale;

- e come obiettivo correlato la memorizzazione per successivo accesso dei risultati delle misure e la loro pubblicazione ad esempio nel registro dei servizi previsto dal tavolo tecnico SPC “cooperazione applicativa”.



FLUSSI

Tale sistema consentirà il monitoraggio degli SLA (Service Level Agreement) previsti dall’SPC e dei parametri “fondamentali”, definiti nella fase di analisi, indicatori dell’health value dei servizi condivisi o propri di ogni dominio.

Per quanto riguarda i parametri di connettività il progetto prevede in prima battuta l’adozione del quadro di riferimento previsto dall’SPC, riservandosi eventuali modifiche per migliorare il livello di confidenza dei dati. Per quanto riguarda i parametri “fondamentali” è previsto un obiettivo minimo che riguarda il monitoraggio dell’health value degli elementi comuni dell’architettura (ad esempio registry dei servizi) e della porta di dominio dei servizi applicativi.

In particolare si individuano sin d’ora i seguenti passi operativi:

  1. Definizione dei parametri da tenere sotto controllo per monitorare il livello dei Servizi
  2. Definizione, utilizzando quanto messo a disposizione dall’intervento INF-1, delle modalità di colloquio dei diversi sistemi di monitoraggio
  3. Sviluppo di un repository (distribuibile) per la memorizzazione e la correlazione dei parametri fondamentali individuati
  4. Definizione delle modalità di pubblicazione dei livelli di servizio

L’applicazione sarà modulare (costituita da componenti autonome), replicabile in più istanze sia per quello che riguarda la raccolta dei dati sia per quello che riguarda la relativa analisi.

Le Regioni coinvolte in questo progetto dovranno soddisfare i seguenti prerequisiti:

- Avere un proprio centro servizi che gestisca le problematiche di gestione delle reti e delle applicazioni. Tale centro sarà utente principale dell’applicazione, ricevendo la notifica delle violazioni di livello e fornendo i dati relativi alla configurazione delle applicazioni e delle reti in gestione, nonché tutte le informazioni di interruzione/ripristino del servizio che fossero non raccoglibili automaticamente.

- Prevedere appositi punti di raccolta dati sulla disponibilità e prestazioni dei parametri in base ai quali sono definiti gli SLA da controllare. Tali punti di raccolta, che possono anche coincidere con i centri servizi di cui al punto precedente, sono responsabili del monitoraggio delle risorse interne al dominio di competenza e dovranno adottare gli standard di interfaccia previsti al fine di garantire il colloquio cooperativo necessario al raggiungimento dell’obiettivo di questo progetto.

Questo progetto consentirà:

- alle amministrazioni regionali di: condividere i parametri da definire per qualificare il livello di servizio di ogni singolo servizio, sia esso infrastrutturale o applicativo; erogare servizi in maniera consapevole cioè potendone monitorare e controllare la qualità degli stessi.

- a livello interregionale: il controllo della qualità dei servizi di connettività nell’ambito della Community Network e dei parametri fondamentali nell’ambito dell’architettura di cooperazione applicativa.

Il sistema, quindi, deve erogare dei servizi, che definiamo SLA monitoring Services, che vanno ad aggiungersi ai servizi di cooperazione applicativa.

In particolare questi servizi dovranno rilevare il comportamento dei vari servizi della piattaforma ed alimentare una base dati centralizzata al fine di permettere la verifica e la valutazione di tali comportamenti in relazione ai valori di riferimento (contrattuali)

BUDGET
2.707.950
Euro

- quote regionali:
1.866.450 Euro

- quote interregionali CISIS:
150.000 Euro

- quote interregionali capofila:
691.500 Euro



ENTE CAPOFILA

Regione Liguria
http://www.regione.liguria.it

LE REGIONI PARTECIPANTI